• Two-Face.

    Quando ieri sera ho presentato Swimmy a Gi ero certo sarebbe riuscito a farsi voler bene fin da subito. E infatti, dopo averle dato dell’ippopotamo, erano già pappa e ciccia. Dove la ciccia (ahimè) stava tutta sui fianchi di Gi. Per farsi odiare anche da me medesimo, mi ha poi portato a vedere La parola progresso sulla bocca di mia madre suonava terribilmente falsa per la rassegna Face à face, che – per chi non lo sapesse – si pronuncia fassàffass (…). Una pièce di un’1h e 16′ che il curatore Fausto Paravidino – bontà sua – non è proprio riuscito, tanto ero bella, a condensare in 50′. Più o meno il tempo che, usciti da teatro, ho impiegato per tornare a casa dopo che il bus si è rotto prima di partire. Non vogliatemene quindi se stamattina la parola buongiorno sulla bocca di me medesimo suona terribilmente falsa.

    Tag:, , , , , , , , , ,

Follow
Get every new post delivered to your inbox
Join millions of other followers
Powered By WPFruits.com